Gerontofilo

Un simpatico vecchino si alzò in silenzio per non svegliare la moglie e uscì a comprarle un fiore per farle una sorpresa. Tornato, la trovò a letto con un giovane palestrato amante delle donne mature.

Memorie corrotte

Un anziano dalla pelle rugosa e il volto sorridente si sedette nella piazza del paese in cui viveva per raccontare ai giovani gli avventurosi aneddoti della propria vita, tralasciando però tutti i finali che non ricordava mai.

Il vecchio freddoloso

Un vecchietto uscì di casa, stringendosi infreddolito nel proprio pastrano. Mentre passeggiava incontrò un giovane corridore in maglietta e pantaloncini, e rimproverandolo lo obbligò a coprirsi con il suo cappotto.

Baby gang

«Verrà il giorno in cui dovrete ripagarmi di tutte le angherie subite!», esclamò il vecchio dopo l’ennesimo scherzo dei teppistelli del quartiere. Il giorno in effetti arrivò, ma il tale era indisposto e dovettero rimandare a data da destinarsi.

Il vecchio disco

C’era una volta un disco, talmente vecchio che ormai i suoi solchi erano quasi del tutto rovinati dal tempo. In mezzo al fruscio, però, una melodia dimenticata risuonava dal malridotto grammofono del negozio di antiquariato, infastidendo i vicini abituati alla musica unz-unz.

Senza sogni

Il vecchio promise di raccontare il suo ultimo sogno in una storiella, ma non era tipo da ricordarsi davvero i sogni; lasciò quindi solo una pagina bianca e silenzio.

Memoria storica

Un vecchio albero di un parco cittadino accoglieva una volta al mese stormi di uccelli viaggiatori. Con la calma propria degli esseri secolari, raccontava loro gli avvenimenti storici dei quali era stato testimone, che poi i volatili diffondevano in tutto il mondo.

Il vecchio avaro

Un vecchio avaro decise di ospitare più persone possibili nella sua grande casa, non perché fosse un mecenate o perché ne amasse la compagnia, ma per risparmiare sul riscaldamento.